Gomorra 2: il Finale di Stagione

Gomorra 2 il Finale di Stagione Komparatore

L’attesissimo finale è arrivato: ieri su Sky è stata trasmessa l’ultima puntata di Gomorra 2. Fra omicidi e nascite, quest’ultimo appuntamento è stato il degno finale sprint di una stagione che a tratti è stata un po’ lenta. Ma cosa è successo nel finale di stagione di Gomorra 2

Episodio 11: Pietro e Patrizia finalmente insieme, Genny e Azzurra finalmente sposi
La penultima puntata di Gomorra 2 si apre con il primo omicidio: quello di o’ Mulatto, tradito dai suoi scagnozzi che hanno deciso di schierarsi dalla parte di don Pietro. L’alleanza, ormai, stenta a riprendersi e sembra soccombere alla volontà di Pietro Savastano: anche Zingariello decide di tradire Ciro e va da don Pietro a chiedere protezione e perdono. Ma il boss Savastano non ci sta e lo ricatta, chiedendogli in cambio la vita di Ciro Di Marzio. Zingariello tenta dunque di catturarlo e gli tende un’imboscata, alla quale l’Immortale, però, non cade: Don Pietro non perdona e non offre seconde possibilità e decide di ucciderlo. A compiere l’omicidio è Malammore, che lo soffoca.
Nel frattempo, a Roma, fervono i preparativi per il matrimonio di Genny ed Azzurra: il giovane Savastano sembra completamente immerso nelle vicende romane, ma in realtà non ha mai smesso di pensare alla guerra che si combatte a Secondigliano. Sembra che il giovane figlio di don Pietro si sia messo volontariamente in disparte in questa seconda stagione, ma la season finale di Gomorra 2 ci fa capire che Genny in realtà ha piani ben diversi. Ma andiamo con ordine: uno scagnozzo di Giuseppe Avitabile (padre di Azzurra) uccide involontariamente un funzionario pubblico e viene esortato (o forse dovremmo dire minacciato e costretto) a fuggire, per evitare che possa rivelare le attività losche del malavitoso romano. Qualcuno, però, fa arrestare il ragazzo. Nel mentre, Genny ed Azzurra si sposano e, dopo la cerimonia avvenuta in Chiesa, i due decidono di non partecipare alla festa: o meglio, Genny costringe Azzurra a non parteciparvi. Ed è proprio durante la festa che Giuseppe Avitabile viene arrestato: le accuse provengono proprio dallo scagnozzo, ormai in carcere, di cui abbiamo detto in precedenza. Chi avrà tradito mr. Avitabile?
La puntata si conclude con una scena abbastanza scontata: Patrizia, che nel frattempo si è trasferita a casa di don Pietro, si concede totalmente al boss. Era ora!

Episodio 12: la fine e l’inizio
Ecco l’ultima puntata, ecco la svolta che stavamo aspettando dall’inizio di Gomorra 2. L’ultimo episodio si apre con l’omicidio di Lelluccio, figlio di Scianel ormai in carcere. A Roma, Genny Savastano va a trovare il suocero in carcere, che gli chiede di scoprire chi lo ha tradito: poco dopo, assistiamo ad una conversazione fra Azzurra e Genny, il quale rivela alla moglie di aver tradito il padre per una questione di “affari”. Genny, così in disparte e così succube, finalmente si pone come il protagonista che tutti ci aspettavamo, come colui che muove i fili dietro le quinte, come un boss che non ha nulla da invidiare al padre Pietro. E Azzurra, da perfetta moglie, accetta la sua decisione. A Secondigliano la guerra sembra ormai vinta da don Pietro, il quale però ha un piccolo problema con l’attività di spaccio a causa delle forze dell’ordine, che disturbano il suo business. Un minuto di riflessione ed è subito genialata: Pietro Savastano ha un’illuminazione e decide che i suoi spacciatori devono andare dai propri clienti e non il contrario. L’offerta che va dove c’è la domanda. Neanche il tempo di dirlo che la casa di don Pietro si trasforma in un bunker milionario: 435 mila euro guadagnati in una sola settimana ed è subito festa. Ma Ciro Di Marzio stenta a farsi da parte e il boss Savastano prende una pessima decisione: uccidere la figlia dell’Immortale. Ciro è distrutto e si convince a concludere la guerra: la vittoria va a don Pietro.
Gomorra 2 regala un ulteriore incontro fra Genny, ormai sposato, e Pietro, il quale decide ancora una volta di colpire il figlio nell’orgoglio, rivelandogli di non voler pagare il carico di droga che Genny gli ha consegnato. Pietro non riesce ad avere un atteggiamento collaborativo con il figlio, che gli recrimina l’uccisione della piccola figlia dell’Immortale. I due non riescono ad accordarsi e Genny torna a Roma con un bel po’ di amarezza.
Sembra che don Pietro sia ormai ritornato alla gloria dei tempi passati, ma Genny il burattinaio, che non ha affatto digerito l’ultimo incontro, è dietro l’angolo: Savastano Senior gli chiede un incontro presso la tomba di donna Imma, probabilmente per riprovare ad avere un rapporto con il figlio e per annunciargli il legame con Patrizia. Ma Genny a quell’appuntamento non si presenterà mai: torna in terra natia per trovare Ciro, distrutto per la morte della figlia, e gli consegna una pistola. Gli manca un’ultima cosa da fare, prima di porre la parola fine alla guerra. Don Pietro è davanti alla tomba della moglie e le chiede di perdonarlo per l’entrata nella sua vita di Patrizia: non si rende conto che ad attenderlo, dietro le spalle, non c’è Genny ma Ciro. Uno sparo e si consuma la fine della guerra: Ciro uccide Don Pietro con un colpo alla testa. Tutto questo, mentre a Roma Azzurra partorisce il bambino avuto da Genny: è un maschietto e si chiamerà Pietro Savastano.

Share

Related posts

Lascia un commento.