Come Cambiare Operatore di Rete Fissa

Come Cambiare Operatore

Cambiare il provider dei propri servizi di rete fissa è piuttosto semplice. Non sono necessarie procedure complesse né costi eccessivi; in più, la maggior parte delle pratiche burocratiche è di totale competenza dei gestori dei servizi telefonici. Vediamo, dunque, come cambiare operatore di rete fissa.

 

Grazie alle novità introdotte dalla Legge Bersani del 2007, è possibile cambiare operatore telefonico in qualsiasi momento, senza vincoli temporali e senza penali. In alcuni casi il gestore che sta per essere cambiato può richiedere un tempo di preavviso, che non può superare i trenta giorni.
Tuttavia, alcuni internet provider possono imporre dei costi di disattivazione; le penali sono state abolite, ma il cambio prima della scadenza di contratto può infatti prevedere dei costi aggiuntivi, soprattutto in caso di presenza di modem o altri dispositivi in comodato d’uso.

Come Cambiare Operatore

Cambiare gestore telefonico non è affatto complicato. Basta trovare un’offerta internet e telefono più adatta alle nostre esigenze e più conveniente della precedente, per poi contattare il nuovo operatore ed informarlo del proposito di diventare un nuovo cliente. Ma come cambiare operatore? Esistono tre alternative: possiamo recarci al negozio del nuovo operatore, contattarlo telefonicamente oppure attraverso il sito web. La procedura online è particolarmente consigliata, dal momento che sui siti internet sono spesso disponibili offerte che non possono essere richieste a telefono o al negozio.
Il nuovo gestore si occuperà della disdetta del vecchio contratto, ma l’utente deve occuparsi del pagamento dell’eventuale costo di recesso anticipato e della restituzione del modem o di altri dispositivi in comodato d’uso. Questi possono essere anche acquistati: in alcuni casi, infatti, i provider richiedono il pagamento delle rate mancanti,  per poi lasciare a disposizione dell’utente il dispositivo. Le rate mancanti possono essere richieste anche per altri servizi, come ad esempio l’attivazione. Alcuni operatori richiedono infatti il pagamento dell’attivazione dell’offerta a rate: in questo caso, qualora si procedesse alla disdetta del contratto in anticipo, dovranno essere corrisposte le quote mancanti.

Il Codice di Migrazione

In questa guida su come cambiare operatore, non possiamo non menzionare il codice di migrazione. Si tratta di un codice alfanumerico necessario ad autorizzare il passaggio da un provider ad un altro, mantenendo il proprio numero telefonico. E’ stato introdotto dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM), con lo scopo di facilitare la gestione delle pratiche e semplificare la parte riguardante la portabilità del numero.
Il codice di migrazione si compone di quattro parti:

  • COW, composto da tre cifre, identifica l’operatore telefonico;
  • COR, da 8 a 12 cifre, corrisponde generalmente al numero di telefono del cliente;
  • COS, si compone di tre cifre ed indica il servizio intermedio impiegato dall’operatore; identifica in modo immediato il quantitativo di tempo utile ad effettuare il passaggio e può avere un valore fra 001 e 008, oppure 999 e 222 in caso di operatori con accessi proprietari;
  • Codice di Controllo, corrisponde all’ultima cifra e verifica la correttezza formare dell’intero codice di migrazione; viene generata mediante uno specifico algoritmo di controllo che coinvolge il COW ed il COR.

 

Tempi e Costi del Passaggio

Per quel che riguarda le tempistiche, il cambio dell’operatore telefonico per legge diventa effettivo entro 10 giorni lavorativi (due settimane) dalla richiesta del passaggio. Alcuni internet provider possono richiedere solo un preavviso maggiore, che non può superare 30 giorni.
Come detto in precedenza,  la Legge Bersani ha abolito le penali relative al cambio operatore. Tuttavia, possono ancora essere richiesti costi di disattivazione, soprattutto se si richiede il passaggio prima della scadenza del contratto. Gli internet provider possono tuttavia addebitare una penale nel momento in cui gli utenti non restituiscono gli apparecchi concessi in comodato d’uso o a noleggio, come un telefono o un modem. Se non vengono restituiti entro 15 giorni dalla cessazione del contratto, l’operatore è autorizzato ad addebitare il costo dell’apparecchio.

Come Cambiare Operatore: Sconti e Offerte Online

I principali operatori italiani propongono condizioni esclusive e promozionali per i nuovi clienti. Sul mercato sono disponibili molte offerte ADSL o Fibra Ottica con attivazione gratuita o servizi aggiuntivi gratuiti, che possono essere richieste solo da coloro che decidono di effettuare il passaggio da un provider ad un altro.
Dopo aver visto come cambiare operatore, quindi, ecco un confronto proposto da Komparatore relativo alle tariffe più vantaggiose da prendere in considerazione.

Vodafone Iperfibra Family

Iperfibra Family è l’offerta tutto incluso di Vodafone. E’ disponibile ad un canone di 25€ bloccato per sempre, con rinnovo ogni 4 settimane. Include la connessione internet in fibra ottica, con la quale è possibile navigare fino ad 1 Giga in download. La massima velocità di connessione è disponibile nelle zone coperte dalla FTTH delle città di Milano, Bologna, Torino, Bari, Catania, Cagliari, Perugia, Venezia, Napoli, Padova, Palermo e Genova. Per utilizzarla è necessario attivare il servizio Velocità Fibra, gratis per il primo anno e dopo a 5€ in più a rinnovo. La tariffa prevede anche chiamate illimitate e gratuite verso tutti i numeri nazionali, i fissi di Europa Occidentale, USA e Canada ed i cellulari di Canada, Cina ed USA. In più, sono inclusi la Vodafone Station Revolution, un modem di ultima generazione in grado di garantire il segnale in tutta la casa, e una sim comprensiva di 1 Gb di traffico dati a rinnovo.

TIM Smart

Le offerte Smart di TIM costituiscono una delle migliori soluzioni per coloro che vogliono cambiare operatore; per i nuovi utenti, infatti, l’attivazione è completamente gratis. L’ex Telecom Italia propone inoltre la rete in fibra ottica più estesa sul territorio nazionale, in grado di raggiungere una velocità di 1.000 Mega in download con la FTTH e di 200 Mega con  la FTTC. L’offerta che include la banda ultra larga è TIM Smart Fibra, disponibile ad un canone di 24,90€ ogni 4 settimane per un anno, dopo il quale il costo sarà di 34,90€ fino al terzo anno. A partire dal quarto anno, il costo definitivo sarà di 39,90€. Per usufruire della massima velocità della fibra, è necessario attivare l’opzione 1.000 Mega, gratis per il primo anno e dopo a 5€ in più a rinnovo. Per chiamare i numeri nazionali, è prevista una tariffa di 0 centesimi al minuto e 19 centesimi di scatto alla risposta. Allo stesso costo, è possibile richiedere anche TIM Smart Casa, che include l’ADSL 20 Mega e le chiamate illimitate e gratuite verso tutti i numeri nazionali. Con entrambe le offerte TIM Smart, si avrà a disposizione in modo gratuito TIM Vision, la tv on demand dell’operatore con  più di 10.000 contenuti da vedere online, senza vincoli di tempo e durata, a scelta fra cinema, serie tv, cartoni, documentari e musica.

Fastweb Internet + Telefono

Fastweb propone tariffe con canoni bloccati per sempre ed attivazione e modem inclusi gratuitamente. Una delle offerte più interessanti è Internet + Telefono, disponibile a 29,95€ ogni 4 settimane. Fastweb prevede per la connessione internet sia l’ADSL che la Fibra, la cui scelta dipenderà dalla tecnologia dalla quale si è raggiunti. Le velocità incluse sono le seguenti:

  • ADSL, fino a 20 Mega in download ed 1 Mega in upload;
  • Fibra Ottica, fino ad 1 Giga in download e 200 Mega in upload con Ultra Fibra attiva, gratis per il primo anno e dopo a 5€ ogni 4 settimane; in caso di mancato rinnovo, le velocità saranno di 30 Mega in download e 10 Mega in upload.

 

L’offerta prevede inoltre le chiamate illimitate e gratuite verso i fissi nazionali ed un servizio digitale in regalo per un anno, senza obbligo di rinnovo, a scelta fra il gaming online (XBox Live o Play Station Plus), Amazon Prime, Chili Cinema, Office 365 o un quotidiano online (Corriere della Sera, la Repubblica, Il Sole 24 Ore, Gazzetta Gold, Il Messaggero, Il Mattino, Il Gazzettino, Corriere Adriatico,  Nuovo Quotidiano di Puglia).

WindHome Unlimited Infostrada

Per chi è alla ricerca non solo di come cambiare operatore ma anche di un’offerta economica, le proposte WindHome Unlimited Infostrada costituiscono la scelta ideale. E’ possibile richiedere la versione con l’ADSL, ad un costo di 17,90€ ogni 4 settimane, oppure con la Fibra, a 19,90€ a rinnovo. Entrambe includono le chiamate illimitate e gratuite verso i fissi nazionali, i cellulari nazionali ed i fissi internazionali di Europa Occidentale, USA e Canada. La velocità massima della fibra è di 1.000 Mega in download ed è disponibile nelle città raggiunte dalla FTTH, ovvero Milano, Bologna, Torino, Perugia, Bari, Napoli, Catania, Venezia, Cagliari, Padova, Palermo e Genova. Con l’ADSL il modem ha un costo di 2€ ogni 4 settimane per 48 rate, mentre con l’offerta fibra il canone è di 4€. Le offerte WindHome Infostrada includono inoltre una sim dati abbonamento e 50 Giga Full Speed, condivisibili con 3 sim WindHome Magnum attive sullo stesso conto telefonico.

Tiscali ADSL Full

L’offerta Tiscali ADSL Full è un’alternativa piuttosto economica e conveniente per coloro che vogliono cambiare operatore. E’ disponibile con attivazione e modem inclusi gratuitamente ed un canone di 24,95€ bloccato per sempre con rinnovo mensile, non ogni 4 settimane come gli altri provider (12 bollette annue al posto di 13).
La tariffa include chiamate illimitate verso i fissi nazionali ed i cellulari nazionali, 60 minuti al mese di telefonate gratuite  verso i numeri fissi internazionali di Zona 1, una connessione internet con l’ADSL (20 Mega in download, 1 Mega in upload) e 6 mesi di Infinity gratis.

Share

Related posts